BONUS MOBILI: Proroga per tutto il 2019

La recente legge di bilancio ha esteso il bonus mobili fino al 31 dicembre 2019 e consente di detrarre permette di detrarre le spese per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici fino al 31 dicembre 2019, ossia di ottenere uno sconto Irpef sulla metà dell’importo speso, per un massimo di 10.000 euro. L’agevolazione è stata prorogata dalla recente legge di bilancio anche per gli acquisti che si effettueranno nel 2019, ma potrà essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio 2018.

Indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, la detrazione del 50% va calcolata su un importo massimo di 10.000 euro, riferito, complessivamente, alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. Inoltre, la detrazione deve essere ripartita
tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo.

Nell’importo delle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici possono essere considerate anche le spese di trasporto e di montaggio dei beni acquistati, purchè le spese stesse siano state sostenute con le modalità di pagamento richieste per fruire della detrazione (bonifico, carte di credito o di debito).

Dettagli pagamento

Per avere la detrazione sugli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici occorre effettuare
i pagamenti con bonifico o carta di debito o credito. Quindi non sono ammessi altri strumenti come gli assegni.

Quali documenti presentare?

E’ importante conservare i seguenti documenti:

ricevuta di avvenuta transazione (ricevuta del bonifico, ricevuta di avvenuta transazione per i pagamenti concarta di credito o di debito, documentazione di addebito sul conto corrente)
fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti. Con la fatturazione elettronica, in fase di dichiarazione la fattura comparirà in automatico nel vostro cassetto fiscale.

Quali soluzioni posso acquistare per richiedere il Bonus Mobili?

Come si legge all’interno del decreto “La detrazione spetta per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2019 per l’acquisto di:
mobili nuovi grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+, (A per i forni), per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica.
A titolo esemplificativo, rientrano tra i mobili agevolabili letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione. Non sono agevolabili, invece, gli acquisti di porte, di pavimentazioni (ad esempio, il parquet), di tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo“.

Le suddette informazioni sono state reperite sul sito del fisco al seguente indirizzo: https://www.guidafisco.it/bonus-mobili-cos-e-come-funziona-pagamento-1987